accedi   |   crea nuovo account

La fontana dell'annivina

Guardo la fontana dell'annivina
e l'allegro scorrere dell'acqua
suscita in me pensieri lontani
vedo una rupe, da dove sgorga l'acqua
vedo dei cavalieri antichi
paludati di magnifici colori
che si dissetano con i loro destrieri
poco lontano, un gruppo di casupole malferme
come malfermi e malvestiti i loro abitatori
poi come un flash, uomini coi cannoni in epoca diversa
scoppiano bombe, colpi di fucile
gente che muore uccise in quell'orrore
ancora un lampo, e vedo donne che lavano i panni
ridono, scherzano pieni d'allegria
cara fontana, quanta e tanta gente
hai dissetato nel corso dei secoli
primitivi, arabi normanni
poi torno in me, e vedo come sei
inutile, sporca e rovinata
una fontana ormai dimenticata.
-------------------------------------------

( La fontana in questione è un'antichissima sorgente, poi incanalata, e fa parte del patrimonio culturale di Mussomeli.
chi volesse vedere come è fatto il mio paese do il lik del mio sito che parla della storia e della cultura di questa cittadina
che annovera pure un famoso castello, recentemente visto nello sceneggiato"Labaronessa di Carini" ). Grazie! www. mussomeli. info

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 11/10/2008 22:38
    Sembra che l'acqua abbia un magico potere di trattenere la memoria... ed in questa fontana antica rivedo il passato.. cavalieri... contadini/e.. donne.. con tutti i loro amori e drammi... rivivono in me...

    Bellissima... Francesco... ma anche il mio corpo ha una grande percentuale d'acqua... allora mi spremo come un limone per ricordare... chi Sono... lol..
  • luisa berardi il 11/10/2008 20:47
    molto bella, complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0