PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il tricolore

Stille di pioggia
Su declivi bruciati
arsi dal fuoco
di cento battaglie
spazzati dal vento
di mille lamenti
scendono
grondano
scivolano
adagio
adagio
a mescolarsi
scambiarsi
e confondersi
con gocce di sangue
ancora stillante
dalle crepe
di martoriati pendici
e straziati altopiani.
Linfa vermiglia
di giovani cuori
nati già eroi
imporpora l’erba
di verde rigoglio
dall’altra parte del prato
oltre la bianca rena di collina
Di lontano, da quassù
quel lembo di terra
appare ai nostri occhi
velati da un pianto
di dolorosa e fiera memoria
quale immacolato tricolore.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • silvana capelli il 13/06/2012 21:23
    Quanti pianti, quante lacrime, troppe ne hanno versate mamme, spose, figli-e, per quel tricolore steso sulle bare dei nostri soldati, Remoti e presenti. Un bel ricordo hai dedicato a coloro che hanno combattuto per la pace, bravo! un caro saluto
  • Linda Tonello il 12/01/2010 12:17
    Bravo, spero che più persone condividano l'amor di patria perchè troppa gente è morta per questo nobile ideale.
  • Anonimo il 28/10/2007 16:39
    Mi è piaciuta davvero tanto: i colori del tricolore tradotti in immagini di guerra, di pace, di erismo e di amore... Davvero molto suggestiva, questa poesia, da un punto di vista descrittivo-visivo...
  • Federico Magi il 19/04/2007 00:46
    Qua e là c'è qualcosa che mi convince, e qualcosa che mi convince meno, nella forma. Mi lascia perplesso un po' il corpo centrale dell'opera. Ad ogni modo è lodevole aver dedicato versi alla bandiera, che non mi sembrano retorici o patriottardi. Il che + un bene affrontando simile tema
  • ALESSIO SANNA il 25/10/2006 00:19
    Credo avresti dovuto santificare meno gli eroi, perchè non credo che vi siano nati, magari una umanizzazione concreta avrebbe reso lo scritto più convincente.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0