accedi   |   crea nuovo account

la punizione

Un giorno stufo della mancata erezione,
decide di punire il pene con un colpo di bastone,
allora si procura un discreto bastoncello,
e la punizione la darà con quello,
ma allo spiccare della botta sull’oggetto da punire,
per istinto si ritira con la pancia e col sedere,
e dato che la legnata non ha colpito il fallo,
ci riprova un’altra volta dopo un intervallo;
al ripetersi, di quel veloce movimento, da non restare quasi in piedi,
sorpreso, si ferma riflette e dice:
SE MI SCAPPI ALL’OR CI VEDI

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 02/03/2010 10:58
    Carina. Ho letto cose migliori tuttavia non è male.
  • Riccardo Brumana il 13/10/2008 18:44
    dal titolo mi aspettavo una poesia dal tema "scuro" ed invece mi hai spiazzato con questa divertente filastrocca. bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0