accedi   |   crea nuovo account

La commessa

E la commessa chiuse il negozio e si recò verso il suo ragazzo.
Difronte gente comune lungo il corso passeggiava.
E la commessa con un bacio salutò il suo ragazzo,
poi salirono in macchina,
chiusero le porte,
accesero il motore e partirono,
mentre più in la un'altra commessa abbandonava il suo negozio e tristemente da sola a casa tornava.
Io col mio amico indifferente restavo al ritorno dei miei ricordi, ed impegnandomi ancor di più in un'inutile discorso cercavo di tornar felice a casa.
Più avanti, quasi in piazza, una giovane donna passeggiava con il suo lui!
Guardarono le vetrine,
si fermarono in un bar,
presero forse un caffè e poi davanti, alle restanti vetrine, continuarono ha sognare trà una piazza di gente triste e felice,
Mentre più in la un bimbo sorrideva, sotto le luci di una vetrina, per il sorriso di un Pupazzo!!!!!

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 07/02/2013 11:27
    ... sicuramente
    una poesia alternativa
    complimenti...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0