PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La fortuna aiuta chi?

Più spesso buona sorte è definita
e chi ne cerca finemente il metro
normalmente la vede attribuita
a chi dimensionato ha il suo didietro ….

Alcuni pensan sia la dea bendata,
tali altri invece pensano sia il caso,
chi pensa a una grandissima sfacciata,
chi pensa che non veda oltre il suo naso.

Ma in ogni modo voglion propiziarla
con scongiuri, amuleti e riti vari.
Nei quadrifogli cercan di trovarla
con risultati deludenti e amari.

Ché più la cerchi, più lei si allontana
e più l’aspetti, men che meno arriva,
quell’entità bizzarra e un po’ balzana
senza cui tu ti senti alla deriva.

Non puoi aspettarla con le mani in mano
né puoi pensare che ti caschi addosso.
È solo col tuo impegno quotidiano
ch’un poco di fortuna avrai riscosso.

E lei è vicino sempre a chi ha coraggio,
a chi la sua esistenza fa fattiva,
chi all’ottimismo rende sempre omaggio
e a chi la propria vita rende … viva.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 16/10/2008 10:16
    Nicola
    confesso che, scrivendo questi modesti versi, non avevo pensato nè ad Achille, nè a Tersite. È una fortuna che tu me li abbia riportati alla mente.
    Grazie e grazie degli apprezzamenti.
  • Nicola Saracino il 16/10/2008 08:30
    Gnomico! Riesci ad essere bonario e discorsivo davanti alla FORTUNA... e questo è da fine intelletto... "data fata secutus", ti trovi dove sei se c'è grandezza nel tuo destino, non importa se "bello di fama o di sventura"... certo Achille enon Tersite. Quanti versi tornano alla mente leggendoti, caro Giuseppe. È proprio una fortuna che tu abbia scritto.
  • Giuseppe ABBAMONTE il 14/10/2008 19:53
    Fabio
    il tuo commento mi piace molto, e non solo per i complimenti all'ultima strofa.
    Non cercherò di rispondere alla tua domanda, perchè non credo di avercela, la risposta. Nelle prime strofe ho riportato qualche interpretazione di cosa sia la fortuna che, ovviamente, non faccio mia e, men che meno, risponde al tuo quesito.
    Ma ti confesso che la fortuna era solo uno spunto per dire che... non bisogna aspettarla e, men che meno, piangersi addosso quando non arriva. In un precedente commento ho parlato di "fattivo ottimismo" che mi auguro queste righe possano trasmettere. Ci credo davvero: penso che occorra essere ottimisti e nel contempo darsi da fare. Poi la fortuna, qualunque cosa essa sia, in un modo o mell'altro, arriverà...
    Grazie ancora del tuo commento ed a rileggeci.
  • Fabio Mancini il 14/10/2008 08:52
    Il titolo, a mio avviso, non è propriamente legato con lo spirito dell'opera. Nella tua composizione, infatti, esprimi quello che è il tuo pensiero in maniera chiara e decisa, cercando di dare una risposta razionale alla tua domanda. La mia domanda è invece: Come poter dare una risposta logica a qualcosa di indefinibile e teorico come la fortuna? Se la fortuna è parte della casualità della vita, come spiegarne l'essenza? O le sue fonti? Un compito abbastanza arduo il tuo, anche se devo confessarti che l'ultima strofa è molto bella e saggia. Ciao, Fabio.
  • Giuseppe ABBAMONTE il 13/10/2008 21:20
    Grande Sabry
    riesci sempre a concentrare in due parole quello che altri, me incluso, inpiegano intere pagine ad esprimere.
  • sabrina balbinetti il 13/10/2008 19:05
    sagge parole giusj, non bisogna correre dietro a lotterie o amuleti... bisogna lavora'!!!

    ciaoooooooooooooo
  • Giuseppe ABBAMONTE il 13/10/2008 19:04
    Ringrazio tutti per i commenti espressi e spero che il "fattivo ottimismo" che ho cercato di trasmettere ci contagi un po' tutti.
  • Riccardo Brumana il 13/10/2008 18:53
    sinceramente la vedo come te, non rifiuto a priori l'idea che la casualità o la fortuna abbiano un ruolo nelle nostre vite, ma sono fermamente convinto che quasi la totalità degli eventi che ci capiteranno in futuro siano il frutto delle nostre scelte di oggi e di quanto riusciamo a lottare per realizzare i nostri sogni.
  • Vincenzo Capitanucci il 13/10/2008 09:24
    La fortuna aiuta gli audaci... l'audacia è la fortuna... conquistata con un impegno quotidiano...

    Grandissima Giuseppe... splendido ottimismo a cui rendere sempre il dovuto omaggio...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0