PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il libro delle fugacitá

Persa tra le pagine di questo libro
quanti mari ho sognato!
E di colline lessi, e tanti fiori,
tanti cieli trovai
tra le pagine di questo libro.
E distrassi la mente un attimo,
rapita dalle immagini di quei mari,
delle colline, dei fiori, dell'immensitá del cielo.
Con gli occhi chiusi
il mondo assume un altro aspetto.
Anche tu eri diverso
tra le pagine gialle di quel libro consumato.
Mi ritagliai uno spazio nel tuo cuore
tra le pagine e i sogni...
Aprendo gli occhi
non c'erano piú mari, né colline,
né fiori, né cielo.
Non c'eri tu.
Il libro era lí,
ancora aperto nella stessa pagina,
lá dove il mare non sempre é calmo,
lá dove le colline non sono piú verdi,
né i fiori odorosi, né azzurro il cielo.
E tu sei sempre piú lontano
in ogni pagina che mi lascio dietro.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 05/11/2008 00:18
    la forza delle idee
  • luisa berardi il 13/10/2008 19:44
    complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0