username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nella solitudine delle mie mani

Nella solitudine delle mie mani
ancora una volta
avevo stretto l'amore.
E fu come quando piove
e spunta il sole,
fu come piangere di felicitá,
fu come le lacrime,
come i sorrisi,
come il tuono,
come un raggio caldo.
Non ci sono terre
nella solitudine delle mie mani.
Nella solitudine delle mie mani
ormai non c'é piú nulla.
C'è solo un'illusione.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 03/12/2012 08:30
    ... molto tenera e intensa,
    i miei complimenti...

4 commenti:

  • Moni Flà il 04/12/2012 02:01
    Grazie mille, Antonino
  • Giuseppina Iannello il 03/12/2008 10:23
    Bella e profonda poesia che con amarezza esprime il declino dell'amore.
  • Giuseppina Iannello il 16/11/2008 14:14
    Questa bellissima poesia mette in luce situazioni molto spesso reali.
  • Marco Vincenti il 13/10/2008 23:20
    Un immagine della solitudine, accompagnata da quel malinconico dolore dell'illusione, che ci resta tra le mani. Molto bella

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0