PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il rifiuto

C'era una volta un pesce congelato.
In tutta fretta è stato cucinato.
Ora occhieggia avvilito
adagiato a bordo mensa
con un'immensa
ferita nel costato.

Non abbiamo gradito,
ci ha offeso il palato
quell'ultimo guizzo trasognato
del rifiuto.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 15/10/2016 08:57
    molto bella... complimenti.

13 commenti:

  • Nicola Saracino il 30/11/2008 02:01
    Sono scomparsi i due commenti sboccati di Vallarino-Woland... meglio così.
    Grazie SC
  • Solo Commenti il 30/11/2008 01:04
    Mah, questo Woland-Vallarino povero in lessico, grammatica, ortografia e concetti, che pure, a suo dire, ha seguito le lezioni di Sanguinetti, ora vive a Londra. Speriamo che nel Regno Unito intendano le sue corbellerie come problemi di lingua.
    Ma perché poi questa composizione difetterebbe di metrica? Vediamo: 11-11-7-8-5-7//7-6-10-4 A-A-B-C-C-A//B-A-A-D. Come lo vogliamo chiamare? Saracineo Una Tantum. Così il beota Vallarino sarà soddisfatto.
  • Nicola Saracino il 29/11/2008 23:21
    P. S.: Tu negli schemi ci stai abbondantemente, sig. Vallarino-Woland: gli schemi dei supponenti ignoranti che si coprono di ridicolo auto-incensandosi. A buon intenditor poche parole.
  • Nicola Saracino il 29/11/2008 22:49
    I vaffanculo riservali ad altre sedi. Per quanto mi riguarda sei ospite sgradito.
  • Nicola Saracino il 29/11/2008 21:39
    Fra i commenti alla mia "Nulla" troverai qualche informazione su metri e metriche.
    N
  • Solo Commenti il 09/11/2008 23:58
    Tecnica ed ispirazione: intensa commozione.
  • Patrizia Cremona il 22/10/2008 15:04
    Poesia malinconica "rifiuto"
    spezza la realta'
    dolore della vita
    inganno, e' solo rifiuto.
  • Giuseppe ABBAMONTE il 17/10/2008 22:36
    Brutale ma intensa, ironica ma triste, sentimentale ma cinica.
    C'è tutto in questi pochi versi. Che cagionano dolore come "un'immensa ferita nel costato".

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0