PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

DRAH

Fischia il vento sulla pelle tua dorata,
di nubi t'ammanti e di sole ti scaldi,
vivi nell'aria, come uccello la sfidi,
del mare ti bagni e dell'amor ti fidi.

Dolce e morbida è la tua voce,
sol gli occhi sfavillano nella notte,
chi ti ama accorre a te a frotte,
chi ti teme si nasconde nella botte.

D'amaranto son gli occhi tuoi,
d'argento si copre la tua languida bocca,
di cerchi e ghirigori sembri fatta a chi ti tocca,
sui colli dormi con sulle zampe la tua testa un po sciocca.

T'ammirai quel primo dì,
t'insegui per un secolo intero,
dolce e temerario ero, un prode guerriero,
ti raggiunsi, alfine, e quel tuo sguardo, di dolci notti era foriero.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 07/01/2009 14:28
    Affascinante!
  • Vincenzo Capitanucci il 15/10/2008 11:01
    Bellissima... un pelle dorata in nubi amanti..

    Un bronzo antico... per un prode guerriero...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0