username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il tempo degli affanni

Il cielo singhiozzante di pioggia
dà il benvenuto a un triste autunno.
Eterno sará il tempo degli affanni,
greve il suono del cadere delle foglie.
E osservo il seguitare dei minuti
di un orologio appeso alla stazione.
Ancora un altro treno, un altro viaggio,
una stanchezza muta sul mio cuore.
Una valigia é la sola compagna
di me, della mia vita vagabonda.
La trascino fino al bordo delle rotaie
appesa alla mia anima di assenze,
tra il rumoroso correre del tempo
e la speranza di tornare presto.
Eterno sará il tempo degli affanni.
Ottobre scivola silenzioso e lento
sui tetti delle case del mondo.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Rosarita De Martino il 07/12/2014 19:50
    Significativa questa tua poesia che paragona la vita ad un continuo viaggio. Tuttavia in lontananza appare la speranza di tornare presto, in un luogo sicuro. Con simpatia. Rosarita
  • Sergio Fravolini il 21/06/2010 08:58
    Eterno è il tempo che scivola silenzioso e lento nell'oggi mai visto.

    Sergio
  • Anna Maria Russo il 07/01/2010 09:20
    come dice Alfonso il nostro destino è segnato.. a nulla vale cercare di cambiarlo...
  • Fiscanto. il 24/07/2009 00:27
    ben fatta!
  • Anonimo il 21/07/2009 18:33
    E si cara Simona è il nostro destino che è segnato e noi sappiamo da chi... ciao grazie per quello che scrivi e per come lo scrivi
  • Anonimo il 24/05/2009 18:40
    bella, molto...
  • Moni Flà il 04/12/2008 03:17
    grazie mille...
  • Riccardo Brumana il 11/11/2008 22:04
    non è il mio genere... ma arriva come un colpo di vento freddo mattutino...
    complimenti.
  • Moni Flà il 17/10/2008 01:35
    Grazie. Sei un tesoro. Davvero!
  • Dolce Sorriso il 16/10/2008 23:50
    mi piaci molto,
    per me sei una bella scoperta
    ciao
  • Moni Flà il 15/10/2008 21:46
    Giá... purtroppo o fortunatamente di treni ne ho presi parecchi... 2 anni a Milano, 2 e mezzo a Roma, 5 anni in Spagna... ora sembrerebbe un pó piú stabile la mia vita... ma vedremo! Un abbraccio Gió.
  • Giovanni Cuppari il 15/10/2008 14:33
    Brava Simona. C'e' molta nostalgia nei tuoi versi e solitudine ma non penso che il tempo degli affanni debba essere eterno! Corre il tempo e aspettiamo altri treni Simona, quelle delle coincidenze che ci rischiarano la Vita e ci portano sorriso. Un bacione affettuoso da Gio'
  • Vincenzo Capitanucci il 15/10/2008 06:29
    Fra un treno e l'altro va la vita di un amore nomade... avendo per bagaglio la propria anima... fino a che non prende un providenziale buon treno che lo porta... sui tetti d'oro della propria mondiale casa... li finirà il tempo...

    Stupende immagini.. che fanno volare a ritroso... dall'autunno all'estate... del cuore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0