PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

RUBA LE PIUME

Non abbandonarti mai se vuoi volare in alto,
aggrappati forte ma non dimenticarti di te,
preoccupati sempre che il tuo cuore intuisca
e condivida la direzione.

Fa che sia solo tua almeno una delle ali
di quell’aquila impavida,
e mentre ti accucci nel calore del suo dorso,
volteggiando sopra freddi ghiacciai,
nascondi nelle tue tasche una manciata di piume,
attutiranno la caduta.

Guarda sempre verso l’alto,
verso l’immensità del cielo,
solo così il vuoto sotto di te farà meno paura.

Ama quell’aquila anche quando,
distratta da un arcobaleno,
ti lascerà cadere nel vuoto,
solo così potrai intuire l’attimo e,
nel dolore della caduta,
non ci sarà rancore
e quel volo resterà per sempre
nelle pieghe del tuo cuore.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

20 commenti:

  • Anonimo il 01/05/2011 07:27
    L'ho letta con piacere...
  • Monica d il 04/02/2011 11:33
    Grazie a tutti dei commenti, Dean, già a volte davvero la vita ci mette alla prova e la tua una delle più difficili presumo.
    monica
  • Anna Raccardi il 04/02/2011 11:15
    molto bella la tua poesia, RUBA LE PIUME, parole toccante,
  • Anonimo il 17/03/2010 22:39
    Che versi suggestivi! Brava!
  • Anonimo il 13/01/2010 16:34
    Carissima Monica, questa poesia è un inno alla speranza. La vita bisogna viverla in tutte le sue sfaccettature.-
    Mamma mia se mi fossi arreso davanti aa tutte le peripezie subite in guerra, ora non sarei qui a leggerti.-
    Un abbraccio a te e alla tua famiglia.-
    Ciao NonnoLibero.-
  • Simone Suzzi il 25/09/2009 01:21
    è bellissima e grondante direzione questa!
  • Rik Forsenna il 15/06/2009 19:02
    molto bella... complimenti Monica
  • Anonimo il 31/01/2009 19:31
    Ho immaginato di volare con l'aquila e ho capito l'immenso nelle parole,
    amerò per sempre quell'aquila anche nel dolore. Bellissima. P. F.
  • Anonimo il 04/11/2008 19:59
    Vai dove ti porta il cuore, ma senza abbandonarti a lui.
  • Ezio Grieco il 22/10/2008 14:08
    ... piaciuta; hai solo bisogno di inquadrarla meglio... forse!
    clezio
  • Marco Vincenti il 21/10/2008 10:56
    Attribuisco il senso di questo volo alla vita stessa. I tuoi consigli e i tuoi avvertimenti sono messaggi di coraggio e speranza anche se nella chiusa c'è una sorta di dolore, il quale è parte integrante di questa nostra vita. Davvero un bel lavoro
  • Riccardo Brumana il 18/10/2008 09:34
    ciao Monica, grazie per la spiegazione, ti dirò è una poesia profonda che cela un grande consiglio. complimenti
  • sara rota il 18/10/2008 07:52
    Bella, seppur da lacrimuccia...
  • Riccardo Brumana il 17/10/2008 19:44
    ho dovuto rileggerla qualche volta, poi ho capito che con "abbandonarti" intendi arrenderti e l'aggrapparti è riferito a'' aquila che arriva in un secondo tempo... ma perchè dovrebbe dimenticarsi di se nel farlo?
    eppure dai commenti sembra di facile interpretazione... sarà che è l'ora di cena e ho disogno di carburare
    ripasserò, se vuoi mandami un sessaggio anche privato, te ne sarei grato.
    grazie.
  • Vincenzo Capitanucci il 17/10/2008 11:57
    Sublime Monica... non dimentichiamo mai la terra nel volo... il corpo amato.. l'essere amato... se no ci perdiamo nei sterili ghiacciai del cielo..
    quel vuoto.. quel sacro dolore della caduta... ci porterà nella miniera... nel nostro diamante..
    Un abbraccio Monica... scusa l'invadenza.. ma è troppo bella... grazie...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0