PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Parole avvelenate

Parole, parole, quante ne diciamo
parole belle per fare complimenti
parole di conforto, di allegria
parole d'amore, nei momenti intimi
parole di rabbia, che aprono ferite
di verità sepolte, mai dimenticate
come lame d'acciaio, squarciano il cuore
i fendenti tirati dagli amici
son quelli che feriscono di più
si avvalgono delle nostre confidenze
e al momento opportuno se ne servono
parole, parole, a volte fanno bene,
a volte ti avvelenano
quanta amarezza il carattere umano.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 11/10/2009 15:18
    "i fendenti tirati dagli amici son quelli che feriscono di più"... verissimo...
  • Maria Gioia Benacquista il 18/10/2008 13:57
    Le parole possono far gioire ma anche avvelenare. E se il veleno ci arriva da una persona a noi cara l'amarezza ci avvilisce ancor di più.
    Se non possiamo fidarci dell'amico, allora di chi possiamo fidarci? Purtroppo anche gli amici a volte ti voltano le spalle.
    Molta amarezza in questa poesia.
  • Vincenzo Capitanucci il 18/10/2008 13:57
    Parole.. parole... parole... innalzano o uccidono l'essere...

    Bellissima.. eppur non sono altro che.. semplici.. banali... parole...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0