PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ai virus del Sito

Essere irriguardosi
dalle cornacchie abbassati

Abbiate almeno un abate in abbazia
in Abba Padre un abbaino

Abbaiate cani

Ululate lupi

dalle squame d’antico serpente

al vomito di biscia

Caschi la luna per voi
in bocca
al Sol levante

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

28 commenti:

  • aleks nightmare il 16/02/2009 14:02
    Molto bella!
  • sara rota il 20/10/2008 08:15
    Surreale con un pizzico di verità che assolutamente non guasta... saper leggere tra le righe dei giochi di parole... un abbraccio.
  • augusto villa il 20/10/2008 00:54
    Penso...(mio modesto parere)... che scrivere correttamente l'italiano... sia, in fondo, la cosa meno importante... La cosa più importante, secondo me, è il saperlo leggere...
    E se uno sa leggere... non può non apprezzarla!!!... sisì!... vero!
  • augusto villa il 20/10/2008 00:44
    Azzzzzzzzzz... Ma questa è a dir poco... Meravigliosa!!!!
    Checcavoli!!!!... Oltretutto condivisa!... veramente... ben scritta!!!
  • Riccardo Brumana il 19/10/2008 22:30
    Più la leggo e più mi piace!!!
  • Anna G. Mormina il 19/10/2008 17:38
    ... bella e forte...
    "quanno c'è vo', ce vo'..."
  • Riccardo Brumana il 19/10/2008 16:10

    bravissimo Vincenzo!!!
  • giuliano paolini il 19/10/2008 10:15
    che faremmo senza i lupi? che faremmo senza i dolori e le delusioni?
    come potremmo comprendere il sapore del dolce senza aver pur gustato
    il difficile calice amaro?
    vecchio capitano tutto cio' ci rende un po' più ricchi
    dall'est si apprezza meglio l'ovest che c'e' un po' di spazio per osservare
    tulipani e baci
  • Anonimo il 18/10/2008 20:56
    je suis avec toi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0