username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

CONFESSIONE

Feci un regalo
al mio cuore
in confessione
alleggerii i peccati

Dopo un sermone
che lasciava intuire un perdono
il prete alzò gli occhi al cielo
e proferì.. ti assolvo
in nome del Padre
al che lo interruppi
gradirei vedere una delega
firmata dal suo capo
onde evitare illusioni
di assoluzione

Bruscamente mi caccio
dalla chiesa

Solo
un una panca
pensai
la certezza non esiste
nè a questo mondo
nè all'altro
----------------------------------
Da:Vite tremule
www. santhers. com

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Kiara Luna il 13/10/2008 18:48
    Dio è sempre sveglio e grida per chi lo vuole ascoltare.
    Tutti abbiamo dubbi e con le certezze non ci sarebbe fede.
    Ottimo esempio del bilico umano, ben descritto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0