username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Discoteca

Avvolti nelle nuvole
rotoliamo increduli nel baratro oscuro.
Dispersi nel limbo dell'assenzio
consumiamo il nostro ultimo respiro

Silenzio vorace e ancora silenzio
ci strazia l'anima.
I resti d' una gioventù mai iniziata
ci divorano ancora

Il bagliore d'un sole infetto
non ci ha mai riscaldato...

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 28/10/2008 19:05
    Ciao!!!
    Grazie per il commento che hai lasciato all mia poesia INVIDIA!!!
    Comq. ti devo contraddire perchè l'invidia è un sentimento che purtroppo accumuna sia uomini che donne... forse nelle donne è semplicemente più visibile che nel sesso "Forte"!!!
    Questa tua poesia mi piace moltissimooo!!!
    Complimenti è molto bella e a parere mio descrive benissimo lo stato limbo che accompagna molti giovani ignari del loro essere.
    BRAVO!!!
    A presto
  • sara rota il 28/10/2008 14:37
    Belli questi lampi che divorano e tutto catturano...
  • francesco muscarella il 28/10/2008 14:34
    Insomma Carina... Correggi l'errore di battitura nella quarta riga "dovrebbe essere respiro"
    Ciao... Francesco
  • Anonimo il 28/10/2008 14:32
    ok... questa l'ho letta...

    ora vediamo le altre...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0