PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Navigo

Navigo in acque torbide
disincantata dalla corrente
ferita dalle pietre
radicate al suolo

pensieri nocivi
nere lacrime del mare

Annego e torno su
accarezzata da venti funesti
limpide nuvole sulla testa
pioggia rinfrescante che cancella
ogni silenzio
opprimente nulla
di gorgoglianti dubbi

Respiro e torno giù
avvolta da mani sfibranti
di acque violente e altalenanti
mi riempiono e mi sommergono
come vestiti incollati
come illusioni incancellate
dondolando dondolando

cercando dove poter riemergere
una volta soltanto
e trovare
la bonaccia nella mia mente.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Giusy Grasso il 22/08/2010 19:08
    Davvero bella e intensa. Complimenti!
  • Vincenzo Capitanucci il 27/10/2008 06:22
    Bellissima navigazione... alla ricerca nella tempesta di un porto aperto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0