PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una semplice notte

Silenzi impeccabili e confusi
nella notte profumata di stelle
sbiadite ed immobili.

Un abbaiare di un cane solitario
conferma che c'è ancora movimento
in un paesino di tranquilla campagna
in attesa di un'estate alle porte.

Luci di impazienti città rumorose all'orizzonte
grilli dispersi nei campi ancora umidi...


Io sola in una polverosa e soffocante soffitta
ad osservare l'esistenza umana
che mi va soffocando.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Claudio Tuccillo il 08/02/2011 00:49
    Una semplice e comune notte come tante altre. Chissà cosa si nasconde dietro le parole
  • VINCENZO ROCCIOLO il 03/12/2008 10:39
    Splendida, Simona! Mi è piaciuta tantissimo questa tua poesia. Dà il senso della solitudine della campagna e nello stesso tempo della tua insofferenza verso gli esseri umani che stanno mortificando la tua individualità, distruggendo la tua essenza e la tua esistenza.
    Il rifugio in posti angusti dai quali osservare la vita che si svolge intorno a noi, l'indaffararsi spesso vuoto e inconcludente di persone meschine o indifferenti, è un po' come cercare di dire a se stessi: "io non ho niente a che fare con queste persone, le guardo, le osservo, e mi accorgo, nella mia solitudine, di essere diversa da loro". È una consolazione della nostra anima ferita, che ha bisogno di ritrovare se stessa nella sua individualità.
    Quante cose si possono dire con poche, semplici parole, come le tue, Simona.
    Le tue poesie sono lo specchio della tua anima.
  • Solo Commenti il 28/10/2008 12:08
    Il filo conduttore si svolge con innata eleganza, in questo componimento dal sapore minimalista.
  • Adamo Musella il 27/10/2008 23:19
    Sono le sere come queste in ossequioso silenzio in compagnia di noi stessi che riusciamo a vedere il mondo. Brava Simona. baci
  • Michelangelo Cervellera il 27/10/2008 22:16
    Mi piace la chiusa, un grido di sofferenza e rabbia contro la meschinità del genere umano.
    Michelangelo
  • Roberta Nestola il 27/10/2008 21:17
    Bella descrizione di una... semplice notte! Mi è piaciuta brava.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0