accedi   |   crea nuovo account

Madre

Madre, vedendo nei ricordi più belli
della mia tenera età,
ho visto delle foto che mio padre scattò apposta.
Sulla spiaggia mi tenevi per mano,
mi insegnavi a camminare,
e sulla sabbia si formavano le impronte
dei nostri passi.
Ed oggi, quando sono andato
su quella spiaggia, ho visto che strada facendo
quelle impronte divennero due.
Ho seguito le nostre quattro impronte.
Ho visto le mie due impronte vicino al mare.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Xavier Wheel il 07/10/2011 18:44
    Nostalgicamente bella e rievocativa di un tempo passato ma mai dimenticato, che cela il dolore di un assenza ancora presente, che ha profondamente segnato il percorso di una vita. Non preoccuparti se voltandoti vedi solo le tue impronte, le orme che lei ha lasciato nel tuo cuore nessuno le potrà cancellare.
  • Anonimo il 22/07/2011 23:23
    Davvero Bella e profonda...
  • alessandra palmas il 03/07/2011 15:24
    Molto toccante e profonda! Io ho perso mia madre e vorrei tanto poter rivivere quello che hai scritto tu, in questa poesia! Ma del resto, grazie alla fede mia madre la sento sempre viva!!!! Tanti auguri per le tue opere!!! sei stato molto bravo!!!! complimenti
  • Anonimo il 21/07/2009 17:21
    La poesia ha un'aurea, un'atmosfera, molto coinvolgente. Ciao
  • Anonimo il 09/01/2009 19:59
    bravo
  • Giovanni Cuppari il 31/10/2008 22:05
    Mi ricordi di quelle inpronte sul mare, una preghiera a Dio e il poeta si lamentava che il Signore l'aveva abbandonato. Ma Dio spiega che nei momenti duri della Vita quelle sole impronte sulla spiaggia erano le sue perche' era Lui che teneva in braccio il poeta, cosi' mi immagino la scena della mamma che tene in braccio il suo bimbo per proteggerlo e fargli superare i primi ostacoli della sua tenera vita. Bravo da Gio'

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0