username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

gioco per grandi e piccini

fischia come la rabbiosa tempesta
in una notte d'inverno
stritola come una presa di pitone
ulcera le carni come un veleno ingerito distrattamente
e profuma soave come un roseto a maggio
emoziona come un tramonto che sembra attardarsi
come a farsi accarezzare per un momento ancora
e' il campo maturo che invita il contadino allla raccolta
ma non accetta compromessi
non ascolta le grida di aspettare
di attenuarsi per un po'
di farci capire
quel gioco misterioso
che impone solamente
di abbandonarsi
di annullare i confini
e lasciare che irrompano straripanti le emozioni

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0