accedi   |   crea nuovo account

Spirito libero

In questi giorni,
che dovrebbero essere
la terra di mezzo
fra estate inverno
ma che il freddo
ripercorre della storia
fa ribollire il cuore
fatico ad incidere
parole di gioia
a gettare
rabbia e  malinconia,
forse è la musica
che culla la tristezza
con note in chiave minore
oppure i nuovi Ade
che di Clio si fan beffe,
oppure semplicemente
il tempo che passa,
mi guardo indietro,
strade diverse
profumi e lacrime
fiori di prato e
caduti per un sogno,
girovagare per piacere
fermo per disperazione
eppure sono io
tanti di me
un unico uomo
molti sogni,
spirito libero
d’amore e di lotta
e poi,
nell’incedere lento
di giorni sprecati
a sopravvivere
tra particelle multicolore
che non formano
arcobaleni di pace,
ma bianche lapidi
in terre consacrate
al Dio denaro,
m’immergo nell’oblio,
mare sconfinato del silenzio
dove un’unica conchiglia
fa di me la sua perla.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • Anonimo il 08/11/2010 22:57
    molto bellaaa... complimentiiii
  • Adamo Musella il 15/03/2009 18:39
    La manifestazione dell'equilibrio pone la nostra anima in una condizione direi di assenza dal mondo... lo percorriamo con occhi disillusi, guardando cose e persone con un valore che ritroviamo ancora puro... e le tue parole riescono a descrivere questo stato con tinte di vera bellezza molto bravo caro Michelangelo un abbraccio
  • Anonimo il 18/12/2008 17:19
    Complimenti a quell'unica conchiglia e a te che la onoti.
    Ciao Miche l'Angelo.
    A presto
    nel
  • gabriella zafferoni sala il 18/12/2008 12:21
    la tristezza è un sentimento altamente creativo di cui spesso mi cibo
  • Rik Forsenna il 19/11/2008 18:00
    ... riflessiva... lucida... c'è sogno & speranza... mi piace...
  • augusto villa il 16/11/2008 22:15
    Eh... quando è bella...è bella!... Bravissimo Michelangelo!
  • Riccardo Brumana il 15/11/2008 14:57
    avevamo l'Eden a portate di mano...
    e ci siamo costruiti l'inferno in terra.

    poesia bella come poche.
  • Stefania Barbieri il 12/11/2008 10:30
    Bellissima!!! Complimenti...
  • Sonia Di Mattei il 07/11/2008 23:19
    hai classe, hai stile.
    bellissimi versi i tuoi
  • Cinzia Gargiulo il 04/11/2008 23:17
    Un'altra tua perla avvolta dalla vena malinconica che spesso caratterizza le tue poesie.
    Bellissima!
    Un :bacio:
  • claudia checchi il 04/11/2008 10:42
    molto bella questa tua poesia Michelangelo.. complimenti..
  • Dolce Sorriso il 03/11/2008 14:44
    bella poesia
    un po' malinconica come
    questa bella stagione
    bravo
  • alberto accorsi il 02/11/2008 16:16
    I nuovi Ade che di Clio si fan beffe. Questo è davvero un passaggio cruciale.
    E la tentazione di andare "indietro tutta" "a rebours insomma" è molto forte.
  • laura cuppone il 01/11/2008 18:13
    sei perla rara, anche...
    sarà l'autunno a farci sentire così?..
    un pensiero comune... al mio... in questi giorni..

    :bacio: malinconico...
    Laura
  • Maria Lupo il 01/11/2008 01:29
    Il silenzio, l'oblio, aspirazioni alte in un certo senso, molto amare in un altro... e quella conchiglia..è forse la poesia, o l'amore, o tutte e due... o qualcosa di diverso, che ci riguarda tutti?

    Ci sono significati comuni ad altre poesie che hai scritto, specie il dolore dei sogni perduti e il peso di un presente, sul piano sociale, intollerabile. Ma qui, secondo me, hai raggiunto un livello più elevato di profondità e raffinatezza stilistica.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0