PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ultima cena

Un piatto
in aureola di luce
dietro la testa

in mano tengo
due occhi
traditori

stralunati

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Anonimo il 04/11/2008 19:27
    Pochi versi che descrivono a perfezione questo momento.
    Così intenso e pieno di umana pietà da parte della vittima per il suo aggressore, tanto vigliacco quanto feroce!!!
    Ho visto il dipinto... bellissimo... e la tua poesia gli rende merito.
    A mio parere un piccolo capolavoro.
    Baci
  • Riccardo Brumana il 04/11/2008 18:43
    Sophie, pensa che a volte non le capisce nemmeno lui!!!

    ok ok, basta scherzare, non vorrei essere frainteso.
    ancora un salutone a tutti.
  • Riccardo Brumana il 04/11/2008 18:22
    è una poesia surreale...
    per questo chi la legge ci mette del suo nell'interpretarla.
    io l'ho letta così...
    un salutone a tutti.
  • Riccardo Brumana il 03/11/2008 22:54
    l'ultima cena... servita sul piatto spirituale "dell'aureola".
    molto bella, bravo Vincenzo.
  • Anonimo il 03/11/2008 21:26
    scusate, amici... ma io non ci ho capito niente!!!!!

    comunque...
    :bacio: a tutti!!!!!

    e sorridiamo!
  • Dolce Sorriso il 03/11/2008 15:05
    ti adoro
    sei davvero grande
    bellaaaaaaaaaaaa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0