PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

pelose palline risuonano in basso

la vita si materializza con la sua forza
nei modi più strani
ci sono giorni in cui
ti senti un leone
e lasci che questa immagine che hai di te
straripi in tutte le tue azioni
e cosi' ti senti una cosa importante ed immutevole
ma mentre il leone ruggisce nella savana
gia' un attimo dopo
e' una jena che ne ha preso il posto
e quando realizzi che il leone e' sparito
gia' molti, troppi ne hanno preso il posto
e' cosi' ti trovi a rivivere a ritroso
i passi di tutti quelli che non hai saputo riconoscere
mentre passeggiavano nella tua valle,
ti guardavano e dicevano tra' se e se'
ma guarda un po'
sto coglione che si crede un leone
ed invece e' la savana

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Adamo Musella il 04/11/2008 23:41
    L'abitudine ci rende ciechi, non dico stupidi ma abitutinari... ci abbandoniamo a conclusioni azzardate e pericolose... ci sono tigri libere in giro e sono anche vestite da agnellino e poi direi... conserviamole... se no al biliardo cosa usiamo? Bravissimo Giuliano ciao
  • Anonimo il 04/11/2008 13:49
    Finalmente, la silenziosa e immensa savana, dove non ci si chiede più chi è la iena, il leone o il coglione di turno.
    Che palline le tue Paolini, Giupparotterdammi-nel!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0