username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lacrime

In questo fottutissimo bicchiere
ho raccolto le mie lacrime di dolore
mentre ho visto la mia fede tramontare
in un giorno uguale a tutti gli altri.
Ho perso la speranza
di ritrovare la serenità di un tempo
che mi fluiva nelle vene,
che mi rivelava la mia identità.
Oggi non ho una via da seguire
non ho nessuno che ascolti queste parole,
tranne la preziosa malinconia
che intravedo al ciglio della porta.
È tardi
e la luna ha spento quasi tutte le luci
lasciando il cielo privo di parole.
Ancora una lacrima,
fuori dal bicchiere,
per ricordarmi che io sono con me,
sempre
per sempre…

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Anonimo il 16/04/2009 20:00
    c'è molta nostalgia e risentimento, spero che la felicità faccia risplendere il tuo cuore.
  • Marcello De Tullio il 29/11/2008 13:38
    La solitudine è il male di oggi, ma ricorda che anche tra queste pagine puoi trovare chi ti può capire e sappi che ad ogni libro che finisci ne puoi trovare di più belli e interessanti.
  • dramaqueen il 15/11/2008 16:39
    Grazie anche a te, Adamo, per aver espresso il tuo commento!
    Un saluto,

    Debora
  • Adamo Musella il 15/11/2008 16:07
    Queste son liberatorie, ripuliscono l'anima... molto vera la tua poesia Debora baci
  • dramaqueen il 14/11/2008 20:41
    Rosy e Rik grazie mille. Sono contenta che questa mia poesia vi piaccia.
    Ciao!
  • Rosy Rosalba Piras il 14/11/2008 20:21
    Una bella poesia, brava!
    un'abbraccio:bacio:
  • Rik Forsenna il 14/11/2008 19:47
    ... mi piace questa poesia... scrivi bene Debora... brava...
  • dramaqueen il 12/11/2008 14:09
    Riccardo, grazie per essere passato!
  • Riccardo Brumana il 12/11/2008 13:26
    carica di sentimento, emozionante alla lettura. Poesia!
  • dramaqueen il 11/11/2008 10:21
    Grazie Giuliano e Dolce Sorriso per i vostri preziosi commenti
  • Dolce Sorriso il 10/11/2008 23:12
    brava Debbi
    un abbraccio
  • giuliano paolini il 06/11/2008 20:08
    che fantastico momento quando le certezze che credevamo granitiche e indistruttibili mostrano la loro reale costituzione e ci ributtano a noi stessi vuoti e soli, ecco che la responsabilita' di edificare una esistenza autentica ci esplode fra le mani e siamo i soli registi di una storia che finalmente non ha un itinerario conosciuto o deciso da altri e da adesso tutto cio' che facciamo viviamo e pensiamo dipende solo ed esclusivamente da noi.
    sia benedetta la vita quando ci trasporta dopo lunghi ed inutili pellegrinaggi al nostro sacro tempio, cjhe come tutte le vere cose sacre e' molto silenzioso e molto vuoto.
    mano agli attrezzi mia cara il lavoro sara' lungo e arduo
  • dramaqueen il 06/11/2008 20:00
    Grazie di cuore ragazze!
  • manuela giorda il 06/11/2008 19:56
    Non ti arrendere, anche se il bicchiere delle lacrime ha traboccato, non perdere la speranza di ritrovare la serenità e la luna riaccenderà tutte le sue luci per indicarti la strada da seguire... Non sei sola, il cielo veglia su di te e quelle lacrime amare non sono state versate invano, confida ancora nella speranza da questo tunnel si può uscire perchè nulla è impossibile... Un augurio di cuore, sono vicina al tuo dolore. Profonda e malinconica. Bellissimo scritto. Brava! con affetto Manuela
  • laura cuppone il 06/11/2008 18:37
    ... non si può abbandonare se stessi...
    questo sfogo appaga il lettore...
    anche le lacrime possono ubriacare...

    Brava Debora.
    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0