accedi   |   crea nuovo account

Monsieur, c'est moi!

Né le selvagge onde
dell'oceano
che più e più volte
hai cavalcato,
né le torride terre
e le foreste
della cayenna
hanno potuto scalfire
quella tua roccia
che custodiva
un cuore intrepido,
fermo e tenero.
Ti vedo, ora,
su caldi ed assolati lidi
dell'emisfero australe,
fra inebrianti profumi,
andare incontro
a quel tuo Dio
in cui credevi.
E il mio cuore ascolta
il tuo “Monsieur, c'est moi!”
perdersi nell'eco
del Suo “ Oui, je sais!”
mentre la Sua mano
prende la tua.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0