accedi   |   crea nuovo account

Farfalle porpora (26 maggio 2008)

E vai verso il richiamo della vetta...
dove il sole aspira le nubi...
e le tre farfalle porpora seguono il tuo sentiero.
Odori e cinguettii accarezzano la tua leggerezza...
lungo il confortante cammino
che a volte si trasforma in impervia salita..
quando il sostegno si incrina...
sotto i colpi di marionette di carne senza sangue.
Evadi nella verde oasi...
dove quello che sulle spalle grava
sembra così lontano e senza più artigli.
Le foglie e i rami proteggono il tuo silenzio...
e massaggiano il tuo incedere...
scambiandosi sorrisi e dolci parole...
sibilanti di conforto.
La città è ormai sbiadito ricordo...
che velocemente si allontana frenetica..
con il suo sordo rumore...
di scheletri appesi al vento.
La vetta ti chiama e il sole si insinua...
tra il morbido vestito di vita...
che scalda i tuoi sogni...
e apre loro gli occhi.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0