accedi   |   crea nuovo account

Giufà e il tempo

C'era una volta un ragazzo
che abitava in campagna
e si chiamava Giufà.
Faceva il contadino.
Sentite, ora,
che accadde una mattina:
dorme Giufà nel letto,
fatto di fieno e paglia,
e qualche foglia gialla
e un poco di lavanda.

Ed accanto a quel letto
ve n'è uno più grande
fatto di fieno e paglia
e un po' di camomilla:
vi dorme la sua mamma.

Vi dorme la sua mamma,
vedova già da tempo,
che vede in quel suo figlio
l'unico suo sostegno.

Or sentite, che accade una mattina:
sono di già le cinque, Giufà
è ancor sopito. Con mezzo cervello
pensa: "È triste, non è bello
alzarsi la mattina per andare
in campagna,
portare da mangiare a Lisetta,
la cagna, a Ciccio l'asinello,
alle galline affamate."

La mamma, invece, è desta
e rivolta a Giufà: "Giufà, Giufà,
mi senti?"
"O, sì, madre, parlate."
"Mi è parso di sentire
un temporale; va', dunque,
alla finestra, che io sto
un poco male. Dimmi se c'è
il sereno."
Ubbidiente, Giufà,
scende dal letto,
ma le imposte sono chiuse:
al primo passo, inciampa
contro di un mobiletto,
al secondo, pesta la coda al gatto,
al terzo, finalmente, la riconosce
al tatto la maniglia e dice: "Ti, ho
trovato, finestra!"

12

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 11/02/2010 02:34
    È molto carina. Non capisco la stupidità di chi ha votato con una stella. Meglio astenersi. Il non voto la dice lunga senza offendere.
  • Aldo Occhipinti il 23/01/2009 14:01
    molto graziosa; le storie su giufà si stannmo dimenticando; è un patrimonio importante della nostra sicilia; brava, salvaguardiamo la tradizione.
  • Giuseppina Iannello il 26/11/2008 20:38
    Grazie di cuore.
  • Ugo Mastrogiovanni il 26/11/2008 20:31
    Versi cristallini nella purezza e nelle espressioni, pieni di vita e amore semplice e sincero; le modulazioni sanno di operetta da cantastorie, ma il tutto è decisamente gradevole.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0