accedi   |   crea nuovo account

Tu

Tu.
Hai dapprima sfiorato la mia anima,
hai soffiato via con delicatezza la polvere dal mio cuore
scoprendo una superficie di cristallo
nella quale hai visto il tuo riflesso
Bellissimo.

Hai appoggiato la tua guancia alla mia
chiedendomi in silenzio di aiutarti a spiegare le ali
che sapevi di avere, accuratamente ripiegate
sotto strati e strati di armatura
sgretolati nei giorni propizi come neve al sole
al semplice tocco della mia mano
Dolcissimo.

Abbiamo volato insieme, pochi momenti preziosi
seguendo rotte uniche, solo nostre
Contendendo a tutti gli uccelli meravigliosi del cielo
l'emozione intensa e la gioia del volo
attraverso cieli striati di rosso al tramonto
con lo sguardo proteso a guardare
il confine sottile con campi infiniti di papaveri color del fuoco

La mia mano sulla tua spalla
È scivolata lentamente lungo il tuo braccio
Le mani si sono strette per un attimo prima di staccarsi
E ti sei allontanato nella luce della sera

Chissà se ora voli da solo incontro al sole
Mentre le mie ali senza più controllo mi portano vicino
A qualsiasi alone di luce
Come una povera falena illusa
Di ritrovare altrove lo stesso astro brillante
Al cui calore scaldare
il suo piccolo cuore ferito.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • laura cuppone il 13/11/2008 23:29
    adoro gli insetti.. le farfalle... le falene...
    ali che si sfiorano
    e poi...
    sognante... e malinconica...

    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0