accedi   |   crea nuovo account

Perdono

Padre, perdonali
perchè non sanno quello che fanno...
e io chiedo perdono a te,
uomo sconosciuto, per la violenza
che ti hanno inflitto,
per aver bruciato le tue carni
forse solo per mostrare agli amici
quanto erano duri,,,
si... duri di cuore... feroci oltre ogni limite
indegni di far parte del genere umano...

Dio ha detto. "ama il tuo prosimo come te stesso"
e ancora: " non fare agli altri quello che non vorresti
fosse fatto a te"
ma troppo spesso l'uomo dimentica
che si deve amare anche
chi è diverso o sfortunato
anzi lo si deve amare di più..

Ancora una volta ti chiedo perdono
per il male che ti è stato fatto
e se puoi... perdona!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

22 commenti:

  • Giacomo Scimonelli il 01/08/2010 05:47
    poesia scritta con il cuore in mano... bellissima
  • manuela giorda il 08/05/2009 16:17
    Ciao cara Marta, hai perfettamente ragione i valori fondamentali e importanti della vita sembrano messi nel dimenticatoio e prevale soltanto il proprio egoistico interesse e divertimento nell'infliggere sofferenze al prossimo. Grazie del passaggio.
    Un bacione Manu
  • manuela giorda il 08/05/2009 16:12
    Caro Marcello, mi fa piacere che i nostri pensieri siano in sintonia. Effettivamente l'uomo è diventato più bestia delle bestie, vuol primeggiare su tutti a qualsiasi costo, sopratutto a discapito di chi è più vulnerabile senza avere mai un minimo di rimorso. E poi... il perdono non si sa più cos'è. Grazie del tuo passaggio. Un mega abbraccio
  • Marcello De Tullio il 07/05/2009 12:31
    Le tue parole in questi versi mi toccano il cuore, purtroppo oggi la parola perdono non esiste più. Le persone stressate dalla vita moderna cercano qualsiasi pretesto per attaccar lite, per sfogare le loro repressioni nel sopprimere un altro, magari anche con un delitto e la loro bestialità li classifica peggio delle bestie, perchè le vere bestie (amimali) attaccano solo per difendersi o per nutrirsi. E tutti noi facendoci un esame di coscienza dovremmo imparare a vivere come loro. Complimenti, hai toccato un argomeno molto attuale e molto delicato. Ciao Marcello
  • Marta Niero il 07/05/2009 10:06
    perdono umiltà e gentilezza valori dimenticati, purtroppo...
    un abbraccio manu
  • Marcello De Tullio il 03/04/2009 21:41
    Ecco il male di questo secolo, nessuno è capace più di perdonare, e chi non è capace di perdonare non è e non sarà mai capace di amare. Hai toccato un tasto molto profondo e difficile a tanti di capire. Complimenti, sei sempre brava nello scrivere.
  • manuela giorda il 03/04/2009 16:29
    È vero che il mondo è pieno di indifferenza e ne consegue una crescente crudeltà nei confronti dei più deboli. Auguriamoci che in futuro l'animo umano pensi di più ad aiutare e non colpire o accanirsi contro i più indifesi. Ti ringrazio Marcello per le tue gradite parole e il tuo passaggio. Un abbraccio Manuela.
  • manuela giorda il 03/04/2009 16:22
    Hai ragione dolce Anna, siamo sempre presi da noi stessi e molte persone andrebbero aiutate ad uscire dal tunnel della noia che li porta ad agire in modo sconsiderato e crudele. Grazie del passaggio. Un bacione Manuela
  • manuela giorda il 03/04/2009 16:19
    Carissimo Piero, hai pienamente ragione, speriamo che da parte dell'uomo ci sia un ravvedimento...
    Grazie del passaggio e felice di averti conosciuto. Manuela
  • Marcello De Tullio il 02/04/2009 22:07
    è vero quello che scrivi, basta guardare l'indifferenza che c'e nell'uomo alle disgrazie altrui, gli altri sono solo piccole gocce in mare di crudeltà, invidia e cattiveria. Bisogna solo sperare e pregare per un mondo migliore.
  • Anna G. Mormina il 31/03/2009 21:04
    ... è vero, troppo spesso ci dimentichiamo di amare il nostro prossimo... perdonaci!
    Ciao Manu, molto bella questa poesia-preghiera!... grazie per averla scritta!... un abbraccio!
  • Anonimo il 20/03/2009 09:07
    In assoluto l'animale più pericoloso è l'uomo.
    L'animale più cattivo è l'uomo.
    E ancora per molti anni l'impronta di odio di questo stupido animale
    sporcherà la terra del sangue di molti innocenti. Purtroppo.
  • manuela giorda il 30/11/2008 21:35
    Carissimo Gigi, anche se non si è credenti, il rispetto per gli altri credo che sia una cosa molto, molto importante, e dobbiamo voler bene sopratutto a chi è meno fortunato di noi..
    Mi ha fatto piacere il tuo passaggio
    A rileggerci presto
    Con affetto Manuela
  • manuela giorda il 30/11/2008 21:32
    Dario, sì purtroppo in questo mondo siamo tutti presi da noi stessi e non pensiamo a cosa Dio ha fatto per noi...
    Grazie amico
    A rileggerci presto
    Un bacio Manuela ;D
  • luigi deluca il 30/11/2008 19:25
    sai che non sono credente, rispetto però chi lo è in buona fede, e tu meriti il mio rispetto, gigi
  • manuela giorda il 18/11/2008 21:34
    Grazie Adamo del tuo gradito commento. E vero non dobbiamo mai perdere la speranza di diventare migliori, e sopratutto che tutta l'umanità migliori. Hai ragione la parte interna di noi e piena di buoni propositi, ma poi la parte peggiore a volte prende il sopravvento...
    Ciao carissimo a rileggerci
    Un mega :bacio: Manuela.
  • manuela giorda il 18/11/2008 21:27
    Hai perfettamente ragione, l'essere umano può arrivare a una ferocia inaudita, per che cosa? e allora noi che riusciamo a capire quanto possono essere violenti, chiediamo perdono a Dio anche per loro. Grazie Vincenzo, hai interpretato proprio quello che intendevo dire,
    Un :bacio: a rileggerci presto
    Manuela.
  • VINCENZO ROCCIOLO il 18/11/2008 12:19
    Quelle carni bruciate sono le carni di tutti noi, sono le carni di Gesù martoriate sulla croce, sono le carni di chi ogni giorno vede la sua pelle scorticata dalle violenze e la sua anima violentata dai soprusi.
    Tanti sono più sfortunati di noi, cara Manuela, e a loro è giusto, come hai fatto tu con questa splendida poesia, chiedere perdono, perdono anche per quello che non abbiamo fatto noi, ma altri esseri fatti di carne e sangue come noi, esseri che purtroppo non hanno un cervello come noi.
    Sei delicata, sensibile, bella.
    Un abbraccio
  • Adamo Musella il 15/11/2008 00:50
    Ci addormentiamo con i buoni propositi... ci risvegliamo avendoli dimenticati... siamo divini dentro... troppo diversi nei fatti; ma la speranza ad essere migliori non la dobbiamo mai perdere. Dolcissima in questa cara Manuela :bacio:
  • manuela giorda il 14/11/2008 19:34
    Sempre gradito il tuo passaggio. Un affettuoso abbraccio Dolce Sorriso. A rileggerci presto Manu
  • Dolce Sorriso il 14/11/2008 00:06
    preghiera
    molto sentita, scritta con cuore
    piaciuta
    braxa

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0