accedi   |   crea nuovo account

Ombra e Luce

So che esisti al di là
del dichiararti assente
So che vivi nel cono di luce
dal quale, cosciente,
mi sono spostata
per non fare ombra
alla tua vita nuova.
Spinta da forza a me oscura
ho armato la tua mano
contro di me:
solo il sangue vivo
della mia ferita
poteva staccarmi da te.
Convinti di volerlo
ci siamo uccisi l'un l'altra
lasciandoci a terra
esangui,
senza più parole,
nell'attesa che altro,
che altri
ci portino in dono
una vita
uguale e diversa,
un'anima nuova.
Tu in luce,
io in ombra,
tu fuoco io acqua,
come bianco e nero,
come vita e morte,
come inizio e fine
Restiamo i due estremi
un tempo congiunti,
di nuovo lontani,
di uno stesso filo ora teso
che a terra, sfibrato,
riposa.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Dark Side il 05/07/2011 21:03
    due rette che percorrono parallele lo stesso spazio, che pur vicine non riescono ad incontrarsi... bellissimi versi, complimenti
  • giuliano paolini il 15/11/2008 10:02
    dovrei conoscere da dove vieni dato che dovrei essere un giardiniere, ma mi richiami solo campi verdi e fiori di primavera.
    che significa tutto cio'?
    a davvero non so bene, proprio non riesco a rispondere

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0