PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

la notte

Ho mentito.
Molto,
Nella mia vita.
Più di tutti a me stesso.
Avrei voluto,
saper scrivere al buio
perché solo al buio,
senti di poter toccare la verità.
E quando accendi la luce
ti ritrovi nella solita realtà
ogni giorno.

E come camminare
lungo la curva del tempo
accorgersi ad ogni passo
che la distanza si riduce
ma la meta si allontana.

E fermo
senti nell’istante
lo spirito
proiettarsi nello spazio
chissà dove
poi il silenzio,
lontano
un pensiero,
che ritorna
e poi il resto
tutto il resto

da piccolo riuscivo
per qualche istante
a guardarmi mentre dormivo
qualche metro più in là.
Ora ne ho perso la capacità
ho dimenticato
e vado avanti,
lungo la curva
del mio destino.

 

3
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • giuliano paolini il 15/11/2008 18:37
    il buio e' temuto perche' ci avvicina al nulla, ma e' invece cosi' accogliente,
    e' il solo posto dove ci azzardiamo a lanciare le nostre grida ed i nostri inviti senza che la vergogna ed i sensi di colpa ci facciano tremare di terrore

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0