PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Millenovecentosettantanove

Scoppian ancor le bombe brigatiste,
l’āyatollāh sale al trono persiano;
mentre Saddam s’appresta al trionfo,
prende Sid Vicious la dose più triste, e
la neve sul Sahara cade piano;

Gobbo Andreotti al governo resiste,
è De Andrè un forzato isolano;
Mentre a Palermo il mafioso gran tonfo
zittisce e trucida sbirri e giuristi,
nasco in Via Dante, piangente ma sano

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • SILVIA TRABANELLI il 24/01/2009 20:58
    anche se metricamente lascia desiderare... sno versi cmq. che vanno diretti... pugni allo stomaco... interessante...
  • Aldo Occhipinti il 22/11/2008 16:38
    questa mia poesia è molto fredda, nn la amo particolarmente... considerala un'esercizio metrico più che di stile e di concetto. Devo ammette: non sono versi scritti col cuore, a differenza della mia rimanente produzione scritta col cuore e con la lima!! ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0