PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

PERCHÈ IO SCRIVO

Molte volte mi sono chiesto
perchè scrivo i miei pensieri
che non sono nien'altro
quello che i miei occhi vedono
e poi li trasmettono al mio cuore.

Non sono un poeta
e neanche uno scrittore
ma soltanto uno qualunque
che vede le sofferenze dei popoli
martoriati dalle guerre
e dalla fame.

Costretti ad emigrare
in un viaggio forse senza arrivo,
ma nei loro occhi io leggo
la speranza di un mondo migliore.

Aprite gli occhi, non rimanete ciechi
a tante sofferenze, a tanti lutti,
porgete la vostra mano, non denaro,
essi hanno bisogno di calore, di amore.

E allora, quando incontrerete
una di queste persone, non abbiate timore,
abbracciatela e chiamatelo fratello,
solo così vi accorgerete
che in quel momento abbracciate Gesù
e sentirete liberare il vostro cuore.

Fatelo, ed io poi vi dirò:
" Ecco perchè voglio scriverlo."

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • vasily biserov il 03/03/2010 14:45
    belle parole all'inizio... era neccessario il riferimento alla religione?
  • Anonimo il 21/01/2010 22:53
    Un po' troppo facile cercare di commuovere la gente con le immagini di poveracci che patiscono la fame e la miseria. Crudele è sfruttare tutto questo per una poesia oltretutto banale. Prova invece a descrivere il tuo mondo interiore, i tuoi reali sentimenti. Metti a nudo la tua anima.
  • Anonimo il 26/12/2009 20:35
    Quello che tu scrivi è utile ad aprire il cuore e la mente di tanta gente, non smettere mai di farlo.
  • claudia checchi il 19/11/2008 15:52
    complimenti continua sei bravo mi e' piaciuto molto..
  • Nicola Saracino il 17/11/2008 22:57
    Ecco perché voglio scriverlo, che ti ho letto con piacere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Il video di quest'opera -