accedi   |   crea nuovo account

A volte ritornano

I rimorsi a volte ritornano
ti rodono l'anima, ti distruggono
rimorsi per un povero uccellino
con le ali spiegate, ed inchiodate
in un vecchio portone malandato
colpito a morte, da frecce realizzate
con bacchette d'acciaio di ombrelli vecchi
quanta crudeltà c'è da bambini
prima uccidono con accanimento
poi il rimorso, non ti lascia in pace
e ancora oggi, dopo tanti anni
ricordo di averlo seppellito
in una scatolina di cartone
quante lacrime amare ho versato
le cose belle, le dimentichiamo
il male che facciamo, lascia il segno.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Fiscanto. il 18/10/2009 21:07
    bella
  • giuliano paolini il 23/11/2008 10:17
    spesso lo sento anch'io il doloroso sapore amaro dell'insuccesso, e' forse l'abitudine a dover essere perfettini composti ed ordinati che ci impone il vivere in societa', e quando troppo repressa, la vitalita' che invece sgorga e si sparge in tutte le direzioni senza controllo si eprime con tutta l'energia arrivano i danni più o meno riparabili. credo dobbiamo riappropriarci della possibilita' di esplorare, di seguire il fiume della naturalezza e di proporre risposte non sempre convenzionali o rispettabili alle occasioni della vita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0