PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pè nà sera.

Vulèsse ca o' tièmpo
se fermàss
sùlo pè nà sera.

Vulèsse o' cielo chìno 'e stelle
l' odore rò mare
nù pucurìllo d'aria fresca
'a càpa senza mànco nù penzièro.

Pé nà sera
vulèsse sùlo a te
nà carìzzo d'ammòre
'o fuòco dìnto 'o còre
vulèsse ca stì vàse
fossèr 'pè sèmpe.

Vulèsse pè nà sera
turnà 'a casa
e nun vedè manco nà làcrema
ma surrìse
e 'a giòia 'e mamma mia.

Acqua ca me nfònne
e 'o sole pè asciuttà
vulèsse l'allèrezza dè crèature
'a forza 'pè campà

Vulèsse cà stù mùnno
stanco còmme 'a mè
s'arrepusàsse 'pè nù pòco
'pè rialà nù pìzzeco 'e cuntentèzza
'a chèsta brava gente.

Vulèsse nù suònne sùlo pè sunnà
sùlo chèsta sera
sùlo pè nà sera.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Fiscanto. il 24/10/2009 00:56
    piaciuta
  • Arturo Vado il 25/11/2008 07:03
    Grazie, Mariella. Troppo buona.
  • mariella mulas il 24/11/2008 10:15
    Arturo quando leggo tali poesie.. mi sciolgo tanta è la bellezza espressiva del tuo dialetto.. Come dico sempre anche ad Ezio Greco amo profondamente la vostra Regione e la simpatia di chi è nativo.. Sapete trasmettere ironia e saggezza, malinconia e arguzia.. Siete fra i migliori.. e tu non smentisci questa mia considerazione. Complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0