PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sul punto più alto della città, per ballare solo con te.

Profonda è la notte
che nel respiro scende
fino al cuore.
La tua voce
ogni notte sento
e mi ritrovo sempre nudo e solo
sopra al tetto, senza un come.
Anche stanotte
mi hai attratto fino a te
ho raggiunto il punto più alto
per fondermi nella tua luce.
Indosso l’abito da sera
ed ho per te una rosa blu
potremmo ballare, dolce luna,
la melodia che ci viene dal cuore.
Ecco, ora scendi
con passo lento e sicuro
sei leggera e sensuale
cadono dagli occhi
perle di luce cangiante.
Il tuo corpo sinuoso
sembra più morbido della seta
dai tuoi occhi blu notte
s’irradia una luce iridescente.
Con armonia iniziamo a muoverci
le stelle ad intermittenza
dettano il ritmo ai nostri passi
sono emozionato, vorrei sentirti mia.
Accosto le mie labbra
per ricevere un bacio
un bacio che resti impresso sulla carne
e dentro al cuore.
Ma poi un tremore …
i brividi mi scuotono!
Mi guardo attorno
e sono solo:
solo e nudo sopra al tetto.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0