PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ritorna

le cose si apprezzano solo quando si perdono e quando ci accorgiamo di averle perse per sempre :ci consumano, ci distruggono e non rimane che aggrapparsi ai ricordi, oppure bisogna riuscire ad andare avanti, ma quando si ha tanto amato e dopo aver tanto sofferto dove sta il davanti? che senso ha? se tutto quello che si sognava e tutto quello che si desiderava si trova indietro per sempre, e voltandosi per cercare ancora un'ultima volta quello sguardo, il tuo sguardo senza trovarlo, perso nel buio di una storia che non c'è più, avvolta nell'oscurità e afflitta dalla pioggia che la scioglie... e la cancella... lentamente... lentamente... PER SEMPRE. Una storia che vorresti ancora, ma che ti ha fatto perdere tutto. Un passato che ti ha fatto perdere, lui, te, noi, tre sconfitte in una, ma si continua a volere anziché disprezzare, odiare.
... questa sera vorrei che sia l'ultima che piango per te... l'ultima perchè voglio dimenticarti... Voglio dimenticare ogni momento passato con te, ogni istante e poi tutti i sogni sognati e sperati, i canti, le lacrime, i salti di gioia, i musi lunghi, i sorrisi degli occhi, i tremori, i timori, le dolci sofferenze d'amore, ma so che non sarà l ultima notte.

... quante cose voglio dimenticare... vorrei dimenticare... per non soffrire.. ma sò che anche se passeranno anni e anni, anche se saremo lontani kilometri e kilometri ci sarà sempre un ''Noi'', i Ricordi di noi, le Speranze di noi, le Illusioni di noi... i nostri corpi ricorderanno sempre le calde carezze, i dolci lunghissimi baci, fremiti, brividi strani, palpiti, brevi sospiri, dita intrecciate, frasi smorzate, lucidi sguardi appannati, non potrò mai dimenticare il mio corpo che entra nel tuo, sogni su sogni, onde su onde... Ti amo, Ti amo da morire Mi manchi, mi manchi da morire, se potessi radiare il tuo ricordo, lo scioglierei come neve al sole, se potessi cancellare il tuo volto, lo allontanerei con la forza di un uragano, ma sei sempre nei miei pensieri, come pioggia incessante che batte sui vetri., il tuo volto sbiadito si rifrette,, le tue mani mi attraversano,, la luce dei tuoi occhi mi ammalia. nè tempeste, nè bufere, nè tormente, cancelleranno mai le tue impronte troppo insite nel mio cuore., il ricordo di te, giochera per sempre nei miei pensieri liberi come gabbiani alti nel cielo, come lacrime che solcano il mio volto,, come polline leggiadro nel vento, come quelle nostre onde.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • francesco roccia il 06/12/2008 11:57
    grazie ragazzi
  • Riccardo Brumana il 27/11/2008 23:57
    è una lettera d'amore e dolore... più che una poesia.
    è sempre difficile riprendersi da un amore finito... ma a volte non tutto il male viene per nuocere, forse la nuova alba sarà ancora più bella...
    anche se non potrà mai cancellare il ricordo di quello che è stato...
    Ciao Roccia, benvenuto.
  • manuela giorda il 27/11/2008 22:55
    È verissimo, le cose si apprezzano quando si sono perse... così come è vero che i ricordi che fanno soffrire si vorrebbero dimenticare, ma non è possibile perchè una parte di noi rimarrà sempre legata al passato.
    E più si cerca di dimenticare, più i ricordi riemergono con forza.
    Però bisogna andare avanti e comunque a volte i ricordi ci aiutano anche a non commettere certi errori... ma sono sicura che se si potesse tornare indietro si farebbero le stesse cose..
    L'amore lascia un segno indelebile, ma non si deve perdere la speranza di ritrovare la felicità.
    racconto triste ma vero.
    Benvenuto nel sito Francesco!
    Ciao
    Manuela

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0