PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

[Senza titolo]

sapore amaro
terribile vergogna,
quella che ti racconta
di una incapacita' di assecondare i tuoi istinti naturali,
segnali
che pur ti sono arrivati
numerosi e chiari,
sono nati nel tuo cuore
e con la forza della spontaneita',
sono saliti alle porte della tua coscienza
ma
soffocati e scacciati,
si son fatti sempre più scarsi
e ora
che vorresti riassaporarli,
ti rendi conto
che non sai più riconoscerli
troppo a lungo hai corrotto le voci autentiche
e adesso
parole confuse e sgradevoli
emergono alla tua consapevolezza.
la cosa seria
e' che hanno acquisito
dignita' e forza,
quella che hai dato loro
con l'esercizio costante di riconoscimento ed accettazione
e tapino e vinto
non riesci più ad ordinargli di tacere.
il vuoto per pulire,
il silenzio profondo
per riportare la dimensione del tuo io
al punto in cui,
tutto cio' che preme per potersi manifestare,
possa farlo nelle condizioni ottimali.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • luisa berardi il 18/10/2009 08:59
    santo cielo è bellissima.
  • Aradia Aidara il 29/11/2008 00:53
    dio quanto è vero quello ke tu dici.. toccata.
  • Anonimo il 28/11/2008 22:47
    Consapevolezza e ribellione verso il proprio Io...
    Ciao Giuliano
    Angelica
  • Gaspare Serra il 28/11/2008 09:38
    versi che viaggiano tra la rabbia e la ribellione...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0