username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

NEVE A MILANO

Stamattina al mio risveglio
il grande Artista ha dipinto di bianco
la mia grigia città.
Osservavo dalla finestra
curiosa come una bimba
schizzi di ghiaccio cadere sui tetti
come colore sulla tela,
un colore luminoso e puro.
Ho guardato la neve
e le ho chiesto per un giorno
di congelare la malinconia.
Ho iniziato a camminare
respirando profondamente
senza pensare allo smog
e mi sono sentita felice
senza pensare ai ritardi del bus.
Ho toccato la neve senza sentire freddo
almeno per oggi cammino senza correre
non per paura di scivolare
voglio sentire il silenzio dei miei passi
immagino come si possa camminare sulle nuvole
so che il mio angelo è felice come me.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/11/2013 03:34
    apprezzata.. complimenti.

13 commenti:

  • Antonella Marseglia il 23/05/2011 09:59
    La tua descizione è stata coinvolgente! leggerla è stato come viverla...
  • Lorenzo Brogi il 22/12/2009 11:41
    Brava, neve e nuvole, paragone ideale... mi sono visto anch'io leggendo camminare e ho avvertito quella sensazione di pace... brava
  • Ivan Bui il 04/07/2009 11:57
    SI, PROPRIO BELLA. UNA NUOVA SCOPERTA.
  • Mirko Bernardi il 23/04/2009 12:57
    bella, veramente bella, pacifica e dolcemente energetica
  • Ugo Mastrogiovanni il 19/12/2008 18:53
    La tematica di questi versi ci presentano un autore in cerca di pace, di quelle piccole cose che non trova più nel suo caotico quotidiano; approfitta della neve su Milano per goderne la straordinaria morbidezza e paragonarne l’insolita misteriosa quiete con tutta la noia e il grigiore di ogni giorno. Molto gradita.
  • Aedo il 15/12/2008 09:48
    La neve costituisce un paesaggio suggestivo e tu nella poesia riesci a descriverlo in modo incisivo. Mi è piaciuta moltissimo la conclusione:
    "immagino come si possa camminare sulle nuvole
    so che il mio angelo è felice come me."
    Un caro saluto
    Ignazio
  • Cinzia Gargiulo il 09/12/2008 00:38
    Hai dipinto un quadro splendido di una Milano resa candida dalla neve.
    Un abbraccio...
  • Eleonora Carpitella il 03/12/2008 09:53
    Hai ragione Isa! venerdì la viabilità è stata un disastro! se penso ai mezzi pubblici o anche solo alle macchine al traffico e a quanto ci metto per andare al lavoro per tornare a casa o anche solo per andare a farmi un giro la mia vena poetica muore sotterrata dallo stress e dal nervoso che mi assale spesso. Purtroppo è così... è difficile vedere del bello in una cornice di stress, la neve è troppo "silenziosa" per una città caotica come la nostra, si scivola, si congela, tutto viene rallentato.. è questo che ci stressa ma nella mia poesia ho congelato il momento prima che tutto congelasse il mio cuore, ho visto con gli occhi di bimba che conservo sempre, so che i bimbi non vedono quello che vedono gli adulti così a volte quando mi isolo nel mio mondo irreale sono felice nonostante tutto. Grazie Isa!
  • Anonimo il 28/11/2008 22:31
    Ogni tanto la natura, ci viene in soccorso.
    Hai dipinto delle belle immagini.
    Ciao Eleonora
    Angelica
  • Michelangelo Cervellera il 28/11/2008 22:28
    Ma quanta pace ci manca? Il nostro vivere sempre di corsa per fortuna viene rallentato dalla natura.
    Brava Eleonora.
    Michelangelo
  • Dolce Sorriso il 28/11/2008 16:44
    bella
    piaciuta
    un abbraccio
  • Ugo Mastrogiovanni il 28/11/2008 14:56
    Una delicata descrizione di realtà, pensiero e spirituale.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0