PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Luce

I nostri spazi saranno liberi
galoppanti

fulmini
fulminanti
d’istantanei
tuoni

Tu
Luce divina

Io
Infernale suono

nel non perderci mai

per non staccarci
dalla verità
del nostro essere
giorno

illuminati
dai capelli

radici in faro

della notte

fino
alle nostre viscere
più profonde

in quel pungente
doloroso
piacere
di dannazione
salvante

il tuo Amore
Angelo mio

Dammi

ad avido cuore!!!!

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • silvia leuzzi il 16/11/2011 13:58
    Vincenzo le tue poesie sono sempre intense e meritano una doppia lettura per entrare in quei termini semplici ma oscuri. Veramente bella
  • Floriano Crescitelli il 17/04/2010 21:29
    Sei il migliore scrittore del sito
  • emilio tasca il 30/11/2008 21:52
    Cuore avido d'amore. E nella Sua luce chi riceve da 100 volte tanto.
    Bellissima.
  • laura cuppone il 30/11/2008 19:49
    ... questa é la luce che preferisco...
    grazie Vincenzo!
    laura
  • giuliano paolini il 30/11/2008 10:30
    la terra aspettata e anche un po incazzata guarda il cielo e implora e maledice,
    ma quello stronzetto fa sempre quel che gli pare e la rabbia a volte fa nascere pure dei miraggi di nuvole. che paradosso fantastico la nostra vita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0