accedi   |   crea nuovo account

Soliloquio di un mattino

Il domani è già arrivato
E insonne mi agito nel letto
Soffice di ricordi lontani
Circondato da memorie passate
Nel silenzioso buio della mente
Guardo aldilà delle freddi vetrate
Scrutando un mondo abitudinario
Sentendo le trombe degli angeli
Chiamarmi squillanti e insanguinate
Gli occhi si arrossano dalla polvere
Alzata dai miei pesanti sospiri
Le mie vene pulsano a ritmi pazzi
Il mio cuore è fermo nell’attesa
Di essere convocato nell’Ade
Oggi non mangerò ne berrò
Annegherò nel mare di fumo grigio
Come la vita che lento trascino
Senza più alcun sforzo ne rimorsi
Piango per il futuro scuro e tenebroso
Per un animo errante senza radici
Tornando a letto vedo il mio corpo
Lacero in uno specchio invecchiato
La pelle bianca, il grasso molle, gli occhi spenti
Un cadavere che camminando lascia pezzi
Brandelli in quel mondo incolto
Fertilizzando con feci e sangue le terre
Nel letto accarezzo ciò che rimane
E sento ancora vita nelle membra
Ma stanco tanto stanco mi riaddormento
Per sognare un universo diverso
In cui le mie parole sono fresco zefiro
I miei sentimenti come fiumi a cui abbeverarsi
Il mio copro terra che da nutrimento
Le mie lacrime pioggia per chi è arido
Il sangue linfa per gli alberi in fiore.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 01/06/2009 12:44
    Parole come fresco zefiro... sentimenti come fiumi a cui abbeverarsi... L'insicurezza per il domani può essere arginata dal senso di nuova vita che accompagna sentimenti nuovi e intensi... sognando un universo diverso. Ciao
    Emy
  • Riccardo Brumana il 01/12/2008 23:01
    se il buongiorno si vede dal mattino...

    poesia molto forte, sentirsi liquefare per alimentare la terra...
    o è la terra che si ciba del nostro dolore???
    non è certo il mio genere di poesia preferito, ma è molto particolare. bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0