accedi   |   crea nuovo account

Il flusso continuo dell'affetto

Con indistinta dignità mi lascerai, con forza e commozione
sigilleremo il flusso del nostro amore.
Imprimerò il tuo sguardo nella mente, nei sensi, nel cuore,
così quando chiuderai gli occhi non avrò paura di non
rivedere più il tuo sguardo.
Come quando da bambina dormivo e tu vegliavi su di me, so che continuerai
a farlo anche se come allora non ti vedrò.
Non sai quante volte avrei voluto afferrare il tempo, dargli forma,
guardarlo negli occhi e chiedergli di risparmiarci, ma nonostante
le mie preghiere lui ha continuato a marciare su di noi, e forse in questi momenti
comprendo quanto sia stato generoso, perché mi ha permesso di conoscerti,
per quanto sia possibile conoscere un essere che non siamo noi stessi.
Quando mi lascerai continuerò a cercarti, toccherò le tue cose credendo
di sfiorare anche te, girerò nella tua casa per raccogliere le briciole della tua anima,
rimarrò in silenzio a lungo nella speranza di ascoltare la tua voce, poi accenderò
la televisione e nel riflesso dello schermo ti vedrò sorridere per
il tuo programma preferito.
Cercherò di vivere come ho sempre fatto, come tu mi hai insegnato, senza
domandarmi troppe cose, trovando le risposte nei piccoli momenti di gioia
di ogni giorno, e quando non capirò, mi affiderò alla volontà di qualcosa
di più grande.
Mi fa tenerezza pensarti con papà, in qualsiasi luogo tu lo raggiungerai
vi basterà uno sguardo per cancellare il tempo che siete stati lontani,
quello che mi permetterà di sopravviverti è la convinzione che le nostre litigate
non siano finite, che i nostri abbracci rivivranno ancora, magari in un luogo in cui il
tempo non esiste, un luogo in cui il dolore non ha spazio per scorrere, un luogo
dove ci basterà quello che siamo per essere contente.
Vorrei davvero che un luogo così esistesse e continuerò a crederci, fino a quando
qualcosa oltre la vita mi smentirà, forse.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 03/07/2011 20:12
    continua cara... non finisce mai... hai descritto un dolore grande forte ma composto... senza ostentazione... veramente bella rita complimenti sei molto brava
    ps non capisco... non vedo commenti...????

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0