accedi   |   crea nuovo account

Ti voglio bene

Ho conosciuto prima te che me stessa, ho imparato prima i tuoi
gusti, e poi ho compreso che esistevano, mi hai mostrato l’amore,
e con i tuoi racconti hai cercato di spiegarmelo.
Il nostro affetto è così profondo che non ha confini, al punto che
se anche non esistessimo più, lui sarebbe comunque da qualche parte:
nelle cose che abbiamo visto insieme, nelle cose che ci hanno fatto
sorridere, nelle briciole di noi che abbiamo seminato nei luoghi in
cui siamo state.
E anche se qualche volta le nostre parole ci hanno graffiato,
sappi che non hanno mai toccato l’amore, hanno solo scalfito la superficie
della nostra presunzione.
Ho sempre desiderato renderti orgogliosa, perché sapevo che
dentro di me tu cercavi una parte di te stessa, quella che non hai mai
potuto plasmare.
Ma anche quando non ci riuscivo, tu continuavi a credere in me, a
ricomporre i miei sogni con la tua fiducia, ed è per questo che ti
apprezzo, perché hai sempre saputo quanto fossero importanti le
tue parole per me, ti apprezzo perché tu riesci a sentire la mia voce
anche quando rimango in silenzio, e perché conosci i miei desideri molto
meglio di me, e anche perché ti sforzi per amare ciò che amo io, anche se non
lo capisci.
Grazie per il tempo che mi hai dedicato trascurando il tuo tempo, grazie
perché anche quando gli uragani del dolore hanno fatto crollare
le mie convinzioni, tu non sei mai crollata, e mi hai fatto capire che si
può e si deve vivere anche senza certezze.
Grazie perché un tuo abbraccio mi da più forza
di quanto ne esista, grazie per essere mia mamma.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 03/07/2011 20:16
    meravigliosa cara rita... parole che entrano nel cuore... brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0