username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vento dell'est

Insoliti soffi d'amore
serpeggiano nel deserto di parole
che non ti ho detto mai

Il vento m'incide sulla pelle
il tatuaggio del tuo amore disperso
che mi brucia dentro

La tua pelle freme al tocco lieve della mia mano
e soffoca il mio spirito inquieto
nell'ossessione d'un amore eterno

I tuoi anni sono stelle cadute
che non ritorneranno mai più...
I tuoi baci, attimi di tenebre e sospiri

Il tuo seno è un dolce rifugio
che nasconde le mie angosce
in un vortice d'illusioni

I tuoi baci mi esplodono dentro
rendendomi cieco e sordo
nel labirinto della vita

Le tue labbra sono guanciali su cui morire
I tuoi occhi, galassie infinite in cui perdersi
I tuoi respiri, frammenti d'universo in cui svanire

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 05/12/2008 17:06
    La smisurata capacità d’amare, espressa con dovizia di particolari e cementata con scintillante passione in questi versi, sembra navigare in uno speciale mistero dal quale il poeta sembra farsi piacevolmente irretire.
    Attento ai refusi "ritornerann e espodono".
  • mariella mulas il 03/12/2008 19:01
    Evviva!! Evviva!! Amore a tutto tondo per una poesia bellissima ed esplosiva di passione. Complimenti!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0