accedi   |   crea nuovo account

[Senza titolo]

Carrelli della spesa
come carriarmati imbottiti
di tecnologia
straripano di colori
musica
telecomandi
televisori...

Angeli in minigonna
sfilano tra le vetrine
dell'oro
per impreziosire
ali adolescenti.
Labbra stellate
di rosso fuoco
muovono il corpo
melodicamente
a suon di campane.

Mamme indaffarate
trotterellando
nel traffico di pentole
sporche di sugo
si risistemano
bigudini pronti a creare
ricci di seta.

Luci
rosso
argento
soldi
fretta
pacchi
fiocchi
traffico
sorrisi
cravatte
telefonate
ringraziamenti
ammiccamenti
saluti

Buon Natale...

Ma quel bambino là
saprebbe distinguere
un bagliore di guerra
da una grande luce intermittente?

Che Dio li protegga.
Che Dio ci aiuti
a ridare il vero senso
al Natale.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • simona mugnaini il 13/11/2011 15:28
    grazie davvero nicola!
  • Nicola Lo Conte il 11/11/2011 17:27
    Hai proprio ragione... il consumismo ha sostituito valori, emozioni, sentimenti... Se ti va leggi una mia poesia " Notte di Natale " che rispecchia ciò che dici...
  • ALESSIO SANNA il 30/03/2009 16:43
    Io credo sia uno scritto positivo, se tu non lo trovi tale... pace.
  • Giovanni De Lombardis il 30/03/2009 10:12
    difficile cosa, che caspita bisogna capire... il natale? per favore dai, io dico Sanna scrive così bene, ma in quanto a commenti lascia a desiderare.
  • ALESSIO SANNA il 23/01/2009 10:25
    sa di invocazione difficile da far capire alla gente, brava però perchè ne vale sempre la pena...
  • VINCENZO ROCCIOLO il 11/12/2008 09:11
    Questo tuo modo di intendere il Natale è anche il mio, Simona. Mi ritrovo molto in questa tua poesia, ed è per questo che ti invito a leggere la mia poesia "Le palle di Natale", e il mio racconto "Natale-Elatan" che trattano lo stesso tema che tu tratti qui. È una comune sensibilità verso chi soffre, verso i bambini indifesi, vittime sacrificali innocenti di eventi più grandi di loro che distruggono le loro vite, mentre una parte del mondo... spende e spande, festeggia, consuma, spreca.
    Bellissima poesia, Simona.
  • simona mugnaini il 10/12/2008 18:39
    Grazie Marco, è vero mi rivolgo a Dio perchè vedo che in questo mondo così superficiale così rabbioso verranno al mondo altre creature e noi siamo lì e pensiamo solo a distruggerlo. Grazie per il tuo commento veramente gradito.
  • Marco Vincenti il 10/12/2008 02:28
    Delicata in ogni singolo verso ma la chiusa lo è ancora di più. È un Natale visto dagli occhi di una donna consapevole che sarà madre, se non lo è già. E che con questa consapevolezza si rivolge a Dio per ridare un senso al prossimo Natale. Molto bella!
  • Adamo Musella il 08/12/2008 12:02
    Quello lo conserviamo dentro... solo che a volte restiamo abbagliati da luci che tutto sembrano ecetto che stelle... quella solo e soltanto nel cielo visibile a tutti... poesia di grande verità cara Simona baci
  • Dolce Sorriso il 05/12/2008 00:11
    bella originale.
    molto bella
    brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0