PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il selvaggio profumo della pioggia

Era l’ultimo sprazzo d’azzurro…
…quello che conquistarono informi nubi brizzolate.
Imbronciate altre giunsero rantolando e cristallina una pioggia
ritmava al suolo come delicati polpastrelli sulla pelle turgida di tamburo.
Lentamente un respiro odoroso e selvaggio la terra alitava e…
…perle cristalline copiose distillavano da foglie incapaci dell’acqueo raccolto.
Quelle che s’attardarono sospese tra cielo e terra tesero l’arco iridato.
Il sole aveva risolto un pertugio tra cupi ammassi filtranti
che disperdevano raggi sonnecchianti e soffusi.
Le sinistre nubi allontanandosi riposero l’arco
come l’arma al chiuder della contesa s’interra
svelando un cielo che adagio allocava l’odore dolciastro della quiete.
La pioggia il profumo agre svela al carezzar dell’antica terra
…che vereconda agli assolati meriggi nasconde.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0