PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

"Extra Time"

Piange il cuore
nel chiaro del mattino.
Al rifiorir degli alberi,
al cantico Divino
di Merli e Passeri.

Liriche remote,
sonetti passati,
sepolti,
cancellati
dal non essere più Noi.

Snaturati dal passare dei giorni.

Stare con gli altri
e rimanere soli.
Adeguarsi al tempo che scorre
lasciandoci indietro.

Fermarsi.

Sfogliare ricordi,
opache cartoline
in bianco e nero,
impacchettate
nel posto segreto,
laggiù
in fondo,
nell'Io Profondo.

Svegliarli dal coma
con vocii cari.

Mere illusioni
che il tempo ha dato
e che presto vorrà.

 

1
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 09/06/2011 18:39
    Molto bella e riflessiva nei suoi concetti
  • Ezio Grieco il 09/12/2008 15:52
    Ciao Claudia, grazie del commento
    clezio
  • Ezio Grieco il 09/12/2008 15:51
    Ciao Rocrisa, grazie per averla letta e commentata.
    clezio
  • claudia checchi il 08/12/2008 17:59
    molto profonda e bella... i miei complimenti... ciao.
  • Rocrisa Ro il 08/12/2008 14:12
    Stare con gli altri
    e rimanere soli.

    già è una sensazione devastante... poesia profonda e sensibile...

    complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0