accedi   |   crea nuovo account

sangue

sangue,
e vene s'insidiano
nel battito del cuore

radici, attaccate
all'ultimo pezzo di cielo
ed è tramonto ad occhi aperti

la lingua palpita le rosse parole grondanti
che impacciano e affogano
nel lago di denso morire.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Tiziana Monari il 10/02/2007 07:57
    .. un buon testo... titty
  • Adriano Di Carlo il 08/02/2007 18:13
    giusto, la poesia è "sensazione", mai spiegarla, io evito sempre
  • MD L. il 07/02/2007 20:08
    Le poesie non vanno tutte spiegate con la razionalità come un racconto, vanno "sentite". Questa trasferisce un quid di molto forte.
  • Michelangelo Cervellera il 06/02/2007 22:09
    non mi dispiace, ma mi mette un po' a disagio, come le musiche dei film horror
  • Adriano Di Carlo il 05/02/2007 22:30
    questa non è una poesia semplice, è una poesia potente semmai. boh non so giudicarla. cosa nn è chiaro?
  • Luigi Lucantoni il 05/02/2007 21:57
    Intensa ma non chiarissima.
    Io ne ho scritta una con lo stesso titolo ma ancora + semplice
  • Notari Silvano il 05/02/2007 18:18
    Tre terzine come tre lampi che nella mente del lettore diventano fulmini. Vai direttamente al cuore del poetare mozzafiato. Condivido i precedenti commenti, con in più una nota di stile molto attuale. Ciao Silvano
  • Adriano Di Carlo il 28/09/2006 13:06
    si hai ragione è violenta, nuda e cruda cm spesso è la vita. senza utopici classici finali melanconici. un finale simile l'ho scritto anche in lacrime. ciao, cryback
  • Andrea De Togni il 26/09/2006 23:47
    Mi piace la veracità di questa poesia. È molto "violenta" se capisci cosa intendo, pero' a me piacciono cosi'...
  • Argeta Brozi il 15/08/2006 13:19
    Ben scritta, sciolta, musicale, direi praticamente perfetta! bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0