accedi   |   crea nuovo account

Non riesco più a piangere

Non riesco più a piangere
troppe ali oscurano il mio schermo
e non so ritrovare
con le matite dell’anima
i contorni del dipinto
tracciato in un tempo imprecisato
dai colori dell’amore.
Perché si è spenta la lacrima
versata per un amore perduto?
Non andare via, ti prego
tendimi la mano,
segna con la rosa il sentiero
che conduce verso gli orizzonti di mondi sfumati,
anche se non riesco ancora
ad intravedere la lucerna
della casa lontana,
anche se non distinguo
la cima della vetta
offuscata dalla nebbia del silenzi.
Non mi lasciare
vorrei sentire il profumo dell’edera
e le tue mani sicure
pronte a donare una carezza sul mio viso
per sussurrare ancora
una promessa d’amore,
non mi lasciare
lontano il tuo cuore disegna
la linea di un viaggio volto
a raggiungere la rosa
proprio su quell’angolo remoto
dove abbiamo abbandonato sospiri e speranze,
allora tendimi la mano
e con gli occhi socchiusi per un attimo
allentiamo la tensione del reale
per ritrovare l’incanto
di perduti mondi di fiaba
e la nostalgia di sogni trascorsi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

26 commenti:

  • Anonimo il 19/04/2011 11:24
    Continua ad amare, come sempre hai amato... trovalo in altri occhi, in un fiore, nel sole nella natura... non lasciare che vada perso... BELLA
  • Aedo il 15/12/2009 18:28
    Ti ringrazio per il tuo commento bellissimo, che è stato scritto con la il cuore.
    Ciao
  • Anonimo il 15/12/2009 02:37
    l'amore dissolve la nebbia... rende nitido quel profilo che troppo spesso il pittore ha nel cuore... la tela rimane bianca... sul foglio non scorrono parole... l'anima trema... il cuore s'irrora di lacrime salate... un sogno per ritrovare la magia che solo l'amore può donare... cara amica nostalgia che mi tiene per mano e non mi lascia mai sola... cara amica mia...
    non so trovare una definizione che possa dare il giusto peso a questa tua opera... disarmante l'intensità emozionale che fa esplodere... magnifica.
  • Aedo il 01/03/2009 18:10
    Ti ringrazio, Serenella, del bel commento. Riesci ad esprimere le emozioni, che ho cercato di tracciare nella mia poesia. L'amore deve sempre rappresentare un obiettivo della nostra vita, anche quando esso sfugge...
    Un bacio
  • serenella v il 01/03/2009 15:25
    afferrare una mano tesa lasciandoci andare con la mente, a ricordi e sogni che
    hanno colorato la nostra vita e ancora potranno colorarla, bisogna credere nell'amore sempre... anche quando sembra solo un ricordo nostalgico...
    Bellissima, complimenti.
    Un abbraccio
  • Aedo il 05/01/2009 01:05
    Grazie infinite, Anna, delle tue parole, che apprezzo veramente tanto! Ciao
  • Anna Ferrara il 04/01/2009 11:58
    Per la tua dolcezza meriti un grande amore, io te lo auguro, a presto leggerti - Anna
  • Aedo il 03/01/2009 00:10
    Grazie infinite, Maria Cristina!
  • Anonimo il 02/01/2009 18:47
    Bella!
  • Aedo il 19/12/2008 14:09
    Grazie, Sara, del bel commento. Cercherò di seguire il tuo consiglio.

    Un abbraccio
  • sara rota il 18/12/2008 17:07
    Un voler ritornare a dolci ricordi che sono appartenuti alla tua mente... mi raccomando non lasciarli mai affievolire... un abbraccio.
  • Aedo il 16/12/2008 23:42
    Grazie infinite, Naida e Dolce Sorriso, dei vostri bei commenti.
    Un abbraccio
  • Dolce Sorriso il 16/12/2008 14:00
    come sempre le tue parole toccano il cuore,
    bella poesia
    un bacio
  • naida santacruz il 15/12/2008 16:34
    il poeta compone, scrive, ciò che ha vissuto negli attimi febbrili. Ma se, talvolta si scendono le scale, in altre prossime occasioni si saliranno.
  • Aedo il 15/12/2008 09:35
    Grazie, Marcello, del tuo commento.
    Ciao
  • Marcelllo Barbuscio il 15/12/2008 09:19
    Bella.. ma forse più racconto che poesia. Ciao Marcello
  • Aedo il 13/12/2008 23:47
    Grazie infinite, Nicoletta, per la tua vicinanza. In effetti la malinconia accompagna l'incedere dei poeti erranti, alla ricerca di quel quid misterioso, che sfugge continuamente.
    Ti abbraccio
  • nicoletta spina il 12/12/2008 23:19
    Questa poesia è un'acquerello di colori e sentimenti sfumati, dove tu, dolce poeta,
    riesci a trascendere in nostalgia la malinconia di un sentimento passato che vorresti ancora vivere. Ma il sogno rimane.. emozionando chi ti legge. Un abbraccio
  • Aedo il 12/12/2008 21:35
    Le tue parole sono commoventi, perché provengono dal profondo del cuore. Piangere è difficile in un mondo, dove spesso è bandito il sentimento, additato come debolezza. Invece dobbiamo amare nel vero senso della parola, non avendo paura di renderci scoperti agli occhi degli altri. Grazie per la vicinanza e la sincera amicizia.
    Ti abbraccio
    Ignazio
  • Aedo il 09/12/2008 23:41
    Angelica, le tue parole sono veramente commoventi e mi hanno rapito. In effetti io, come te e qualche altra persona, abbiamo bisogno delle emozioni, per sentirci vivi e lanciare l'aquilone dei sogni oltre l'orizzonte.
    Un grande abbraccio
  • Anonimo il 09/12/2008 23:37
    Ignazio,
    complimenti per questa poesia dal sapore fiabesco.
    In effetti il sogno continua ad accarezzare solo gli animi sensibili e bisognosi d'emozioni, che non si arrendono.
    Persone che per vivere hanno bisogno di volare e amare
    grazie per queste delicate emozioni
    un abbraccio Ignazio
    a me non rimaane che piangere, dopo aver letto la tua poesia dolce e malinconica
    Ciao
    Angelica
  • Aedo il 09/12/2008 23:31
    Grazie infinite, Cinzia e Sophie, dei vostri bellissimi commenti.
    Un abbraccio
  • Cinzia Gargiulo il 09/12/2008 23:20
    Dal non riuscire più a piangere, per la troppa sofferenza affrontata, al recupero di antichi sogni. Un percorso dell'anima che se pur doloroso sembra volersi aprire ad una nuova speranza.
    Molto bella!
    Un bacio...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0