accedi   |   crea nuovo account

Madre natura

Con abbraccio materno
progenitrice d’ogni cosa
la natura accoglie in grembo
senza distinguo chi l’ama
e chi stolto la saccheggia.

Con calamità audaci
ammonisce l’opposto,
funesto equilibrista
discendente immemore
dello stesso Creatore.

L’antagonista folle
incede incurante
della propria progenie
e d’ogni specie vivente
a lui stesso coabitante.

Volitivo, prepotente
graffia il destino
l’esistenza futura,
convinto d’asservire
Madre Natura.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Massimo Tusa il 13/03/2009 09:17
    Selezionata per l'antologia del “Il Club degli Autori” 2008
  • Anonimo il 30/01/2009 11:22
    ... rende l'idea...
  • ANNA MARIA CONSOLO il 26/12/2008 19:00
    La natura accoglie in grembo senza distinguere chi l'ama... ti fa sentire protetta... bella!
  • Cinzia Gargiulo il 11/12/2008 18:42
    I disastri che l'uomo ha fatto "per asservire Madre Natura" gli si stanno ritorcendo tutti contro...
    Bella, complimenti!
    Sull'uomo e la natura io ho scritto "La tavolozza dei colori", se ti va leggila.
    Un caro saluto...
  • Anonimo il 10/12/2008 15:31
    Poveri stolti, che non capiscono il dono.
    La prima strofa è quella che mi è piaciuta di più.
    Ciao
    Angelica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0