PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'attesa

È l’essere di quel che non è ancora,
è l’atto di quel ch’è solo in potenza,
è ciò che concretizza ora per ora
quello che esiste solo come assenza.

Può essere ansia, brivido, impazienza,
tanto paura quanto eccitazione.
Ma non sia codardia né indifferenza
e men che meno sia rassegnazione!

Perché poi, a ben pensarci, l’esistenza
è totalmente intrisa dall’attesa
di quello che non è, di cui siam senza,
su cui non si può aver niuna pretesa.

Di ciò che ognun di noi n’abbia coscienza,
ché questa verità è la più importante:
l’attesa è della vita vera essenza,
l’evento, ahimè, non dura che un istante!

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 16/12/2008 07:35
    Scusa Nicola
    dimenticavo un'altra cosa che non mi piace: è l'attesa codarda, ossia quella della persona che vuole sfuggire all'evento, invece di trovare nel timore i giusti stimoli per affrontarlo.
    Ecco, ora mi sembra proprio tutto
    Giuseppe
  • Giuseppe ABBAMONTE il 16/12/2008 07:31
    Grazie Nicola
    il tuo "diamo valore all'attesa" sintetizza in maniera magistrale le quattro strofe di cui si compone la poesia.
    C'è tuttavia un piccolo passaggio, quasi un inciso, nel tuo commento che non condivido pienamente, anche se, ovviamente, trattandosi di considerazioni del tutto soggettive, rispetto in pieno il tuo, sempre arguto, pensiero. È quando dici che l'"attesa paura" ti fa paura. Personalmente l'"attesa paura", "timore", "tremore", ecc. le trovo quasi naturali. Anche in queste sensazioni sta un po' il sale della vita. Quindi non ne ho paura: le considero stimolanti.
    Quello che temo davvero è l'attesa rassegnata e/o indifferente. Perchè entrambe manifestano (o possono manifestare) una perdita di stimoli e di interesse nei confronti di cio' che ci attende. È questo è la vigilia della perdita del gusto della vita.
    A parte questo, condivido pienamente il tuo commento: che, come al solito, mi piace molto. Anche nella parte che non condivido (ma che, ripeto, rispetto pienamente).
    A presto
    Giuseppe
  • Nicola Saracino il 15/12/2008 14:30
    L'attesa del bello ci fa vivere nel sempre e porta con sé una sofferenza "da mancanza" sempre inferiore alla gioia. Dell'attesa-paura ho paura...
    L'attesa riempie il tempo come il vuoto riempie i minuscoli grani di materia e le dà forma e proprietà. "Diamo valore all'attesa": è questo il messaggio tutt'altro che scontato di Giuseppe. L'unico passatempo è la vita: che sia piena di speranza.
    Bravissimo Giuseppe.
  • Giuseppe ABBAMONTE il 14/12/2008 22:56
    Grazie Patrizia e Sophie
    leggendo i vostri comenti mi viene l'ispirazione per ulteriori strofe della poesia. E credo che le strofe suggerite da voi sarebbero più belle di quelle che ho scritto.
    È un piacere essere commentato da voi.
    A presto (spero)
    Giuseppe
  • Patrizia Cremona il 14/12/2008 22:08
    " L'ATTESA NON CONIENE SCADENZE"
    ... L'TTIMO È FOLLIA DELL'ESISTENZA
    MOLTO BELLA
    COMPLIMENTI!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0